Home
Lucca - Prima pagina
Login         
 Blog - Noi Toscani

NOI TOSCANI è un giornale on-line di sport, problematiche sociali, politica, cultura, vita e benessere dei cittadini. Noi Toscani contiene uno spazio "blog" in cui i cittadini possano scrivere il loro pensiero liberamente.

martedì 21 gennaio 2020  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
«Malata non toscana costretta all’amputazione delle gambe per colpa di Rossi e Saccardi»

Cliniche private e tetti di spesa, Marchetti (FI): «Malata non toscana costretta all’amputazione delle gambe per colpa di Rossi e Saccardi»

Il Capogruppo regionale Fi Maurizio Marchetti attacca: «Inorridito da Pd e Iv Chiudono frontiere sanitarie a extra-toscani, ma erogano tutto ai clandestini»

«Io proprio ci tengo che sia chiaro a tutti: a costringere all’amputazione di entrambe le gambe la malata del Lazio che oggi rende noto il suo caso con lettera aperta alla Regione sono il Partito Democratico di Enrico Rossi e Italia Viva di Stefania Saccardi. Sono loro, con delibera dell’anno scorso e dunque atto unilaterale di giunta, ad avere imposto alle cliniche private limiti nell’accoglienza di pazienti non toscani. Intanto, quasi in contemporanea, varavano la loro legge sui diritti samaritani con cui estendono coperture sanitarie, alimentari, abitative a chiunque sia presente in Toscana anche privo di regolare titolo di soggiorno, ovvero clandestino. Sono inorridito per questa responsabilità che trascende la politica. Io non ci dormirei la notte a sapere che con una mia delibera, emessa per ragion contabile, faccio perdere le gambe a cittadini che pagano le tasse solo perché non sono toscani. E’ macelleria politica in senso stretto. Un orrore»: l’affondo arriva dal Capogruppo Fi in Consiglio regionale Maurizio Marchetti a seguito della lettera aperta-http://www.ow9.rassegnestampa.it/CONSIGLIOREGIONETOSCANAipad/PDF/2019/2019-12-28/2019122844115477.pdf> con cui la famiglia Croce, dal Lazio, si rivolge ai Presidenti della Giunta toscana Enrico Rossi e dell’Assemblea regionale Eugenio Giani per rappresentare il caso della congiunta 74enne. Nel giro di poche settimane la signora si vedrà costretta all’amputazione degli arti inferiori dopo che la consueta terapia chirurgica, praticatale ormai da anni in convenzione presso la clinica privata Barbantini di Lucca e unica nel suo genere, le viene sostanzialmente vietata dalla delibera 1220 del 2018 con cui la Regione Toscana ha imposto tetti risicatissimi al trattamento di pazienti non toscani.
Contro questa decisione Marchetti si è battuto fin da subito: «Le cliniche private sono giustamente insorte in massa per gli effetti avversi che l’improvvisa sterzata della Regione andava a provocare. Alcuni istituti – ricorda Marchetti – dovendo dall’oggi al domani rinunciare ad accogliere pazienti anche storici da fuori Toscana si sono trovate a dover licenziare addetti e personale, rimanendo strozzate nell’intercapedine assurda di far avanzare budget che i malati toscani non saturano mentre altri non toscani, come la signora Croce, trovano i porti sanitari regionali chiusi e devono farsi amputare le gambe per esaurimento di quel ramo di budget in convenzione. E tutto perché la Regione non riesce a farsi rimborsare dalle proprie consimili e, con la contabilità sanitaria sempre sul filo del rasoio, cerca di racimolare tutta la liquidità che può dove le salta in mente. Senza pensare alle ripercussioni gravissime come questa».
Non la sola: «In questi mesi ho ricevuto io stesso telefonate-https://www.forzaitalianews.it/firenze-sanita-privata-marchetti-fi-saccardi-si-dimostra-confusa-respinge-i-bimbi-non-toscani-nella-regione-paga-tutto-ai-clandestini/> da questa famiglia nei giorni scorsi come da altre – ripercorre Marchetti – e sono stato contattato anche da legali di malati-https://www.forzaitalianews.it/lucca-cliniche-private-grido-dallarme-di-marchetti-fi-pazienti-disperati-senza-cure-si-rivolgono-agli-avvocati-coi-tetti-imposti-dalla-regione-gia-20-licenziati-solo-alla-barbanti/>, ricordo il caso di un signore pugliese, che hanno tentato addirittura la via giudiziaria pur di farsi curare. Il Tar toscano-https://www.giustizia-amministrativa.it/portale/pages/istituzionale/visualizza/?nodeRef=&schema=tar_fi&nrg=201900154&nomeFile=201901426_01.html&subDir=Provvedimenti> si è già espresso contro questa delibera. Intanto, mentre queste persone sono mangiate vive dalla cancrena e sono costretti alla prospettiva di perdere le gambe, lo voglio proprio ripetere a questi malati tagliano via le gambe, ecco Rossi riempirsi la bocca con legge strafinanziata che estende quelli che lui chiama diritti samaritani e tra questi sanità anche di prevenzione a chiunque si trovi sul territorio regionale a qualunque titolo, anche non regolare. E’ una discriminazione all’incontrario. La delibera 1220/2018 della sinistra toscana limita la libertà d’impresa delle cliniche, la libertà di cura dei malati, il loro stesso diritto alla salute. E, purtroppo in più casi di quelli che possiamo rendere noti, taglia loro le gambe. Vergogna».

Anonimo - inviato in data 28/12/2019 alle ore 17.32.01 -

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
 
Login
Registrati a NoiToscani
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei toscani
 
 
 
 
Noi Toscani, testata giornalistica registrata al Tribunale di Lucca con il numero 3120/2017.
Dir. Resp. Massimiliano Paluzzi-. Editore Cristofani Comunicazione d.i. (p.i. 02320580463) Via Barsanti e Matteucci 27 - 55100 Lucca staff@noitoscani.it
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
staff@noitoscani.it